Choose your Language

venerdì 6 luglio 2012

La Religione Nazionale come parametro Mondiale

Singolare risulta come la maggior parte degli individui collegano alla parola "Religione" esclusivamente  la propria religione , la Religione Nazionale.

L'evento della globalizzazione mondiale degli ultimi anni ha portato all'affluire in Citta' metropolitane di più' persone di diverse culture .E' inevitabile che lentamente sia avvenuto uno scontro tra cultura interna e culture esterne in distinti ambiti.
Inevitabilmente nei secoli passati un tale confronto poteva solo esserci in caso di viaggi in Paesi esterni dal proprio o ,in modo meno rilevante , nella emigrazione di piccoli gruppi familiari.

In italia la religione dominante risulta il Cristianesimo , esso si manifesta sin dalla nascita con il sacramento del battesimo praticato sostanzialmente da quasi  tutte le famiglie italiane.
Ma come illustra il grafico sottostante rappresenta una delle tante religioni presenti nel mondo.

Il Cristianesimo :
Quella cristiana è la prima comunità religiosa nel mondo in termini sia di numero di seguaci (circa un miliardo e mezzo, ovvero il 33% della popolazione mondiale), sia di diffusione geografica (il cristianesimo è diffuso in 225 paesi in tutte le parti del mondo).Il Cristianesimo nasce duemila anni fa nella terra di Israele in seguito alla predicazione di un ebreo, Gesù di Nazareth.
 Gesù auspicava l'avvento del regno di Dio e cioè di un mondo in cui si doveva realizzare la volontà di Dio, l'amore tra tutti gli uomini e il rispetto della giustizia. In attesa di instaurare il suo regno, Dio concedeva il perdono a tutti i peccatori che si convertivano e che a loro volta perdonavano a coloro che avevano fatto loro del male. Gesù ottenne successo tra la popolazione ebraica del Terra di Isarele, ma fu fortemente osteggiato da alcuni gruppi di potenti autorità religiose che lo denunciarono ingiustamente presso i Romani che in quel tempo dominavano nella Terra di Israele. I Romani arrestarono Gesù e lo misero a morte secondo il supplizio tipicamente romano della crocifissione.
Percentuale Mondiale delle religioni
Immediatamente dopo la morte di Gesù il gruppo dei più fedeli discepoli di Gesù ebbe una serie di sconvolgenti apparizioni e credette alla risurrezione di Gesù dando vita ad una attivissima predicazione che in pochi decenni si irradiò in molte parti del mondo antico.




L'Islamismo:
I musulmani nel mondo sono circa un miliardo e trecentomila, il che fa dell'Islam la seconda religione più diffusa nel mondo. 
L'Islàm (termine che letteralmente significa "arrendersi alla volontà di Dio") nasce all'inizio del VII secolo dell'era volgare nella penisola arabica. In quella zona vivevano molte tribù nomadi, ma c'erano anche gruppi di commercianti concentrati nelle due città principali, La Mecca e Yathrib (la futura Medina). È a una delle famiglie agiate della Mecca che apparteneva Maometto (in arabo Muhammad), il fondatore della religione musulmana. Sin da giovane, Maometto viaggiò e allargò le proprie conoscenze, spinto da una profonda ricerca interiore. Nel 610, durante uno dei suoi ritiri spirituali alle pendici del monte Hira, la tradizione musulmana vuole che gli si presentò l'angelo Gabriele, e che gli chiese di recitare alcuni versi, ovvero i primi versi della Rivelazione, rendendo Maometto il tramite umano della parola di Dio. La Rivelazione si fermò però per tre anni, durante i quali Maometto temette di essere stato abbandonato da Dio. A partire dal 613, però, le Rivelazioni ripresero e Maometto iniziò a comunicare ai propri concittadini i precetti della nuova religione. 
 Oltre che a rappresentare l'Inviato di Dio, Maometto riuscì anche a imporsi come capo politico della città e della comunità musulmana. Dal momento in cui giunse a Yathrib, Maometto ebbe un unico obiettivo: vendicarsi dei meccani e ritornare nella sua città natale da vincitore. Ci furono molte battaglie tra i fedeli del Profeta e i meccani. Nel 629, dopo un tentativo fallito, Maometto riuscì a compiere il pellegrinaggio alla Mecca, in modo particolare alla Kaaba, che egli desiderava trasformare da santuario degli dei pagani in santuario del nuovo Dio Allah. Nel 630 entrò in maniera trionfale alla Mecca, dichiarandola città santa dell'Islam, e stabilì il rito del pellegrinaggio. Nel 632 Maometto morì a Medina, che diventò la seconda città sacra dell'Islam, e nel luogo dove è spirato sorge oggi una moschea. 



Potrei stare ad elencare tutte le evoluzioni religiose , ma mi limito ad aver esposto  quelle più diffuse.Infatti mi bastano per esporre la mia argomentazione.
Sostanzialmente mi chiedo  se tutti gli individui , o per lo meno una grande parte, si siano posti il mio dubbio : Ma come posso constatare che la mia religione nazionale sia effettivamente la "giusta" via di fede?O per lo meno se do per scontato che lo sia, perché le altre risultato errate?

Si' , do per scontato che sia presente un ostilità od una metaforica rivalità fra le diverse religioni poiché se così non fosse non ci sarebbero ovviamente (soprattutto in questo secolo)  problemi di integrazione e confluenza fra le stesse.
Quelle ostilità che hanno portato in passato e portano ancora adesso a incentivi per guerre o motivazioni stesse di rivoluzioni.

Ovviamente sono dubbi i miei che si addentrerebbero in diverse argomentazioni con risposte inerenti all'ambito : storiche, scientifiche ,razionalistiche, filosofiche ,religiose in senso stretto ...

La mia risposta fittizia (direi romantica ) è che c'è  l'espressione di un unico credo  che a seconda delle culture umane si è ramificato e forse un po troppo differenziato , ma che nel profondo esprime dei principi di base eguali fra loro ...

Per questa mia visione attualmente non mi definisco né cristiano , né islamico , né induista , ma neanche ateo .Semplicemente cerco di trovare interconnessioni religiose fra le varie  correnti e di applicarle ad una concezione ad una concezione Universale della Natura che si riflette nello Spazio..




A Voi le Vostre Opinioni


B.


martedì 3 luglio 2012

Lo Spazio, L'Universo : confluenza tra Emotività e Razionalità

Questi ultimi secoli ci hanno dato possibilità' sempre più ampie di approcciare  visivamente alla dimensione del "Tutto" di cui facciamo parte lasciando in modo singolare (chi più chi meno) senza parole .


Molte notti ,messi da parte i pensieri derivanti dalla vita di tutti i giorni, mi dedico ad osservare l'immensità' dello sfondo che avvolge l'intero paesaggio del pianeta e che affiora nel pieno della sua nitidezza  esclusivamente in mancanza di luce solare.
Giusto la notte,in determinati luoghi, si  rimembra che il cielo mattutino è un'illusione della luce .Di notte romantici,filosofi, scienziati, semplici individui, infanti curiosi riflettono/contemplano/analizzano/osservano  questa realtà naturale così' fuori dalle nostre competenze,così fuori dagli schemi, così incomprensibile,  di cui facciamo parte misteriosamente  .



Fin dai tempi più' antichi la voglia di oltre passare quel limite visivo del cielo notturno interessava molti uomini.
L'osservanza Astronomica fece un grande passo con Galileo Galilei ed il suo Telescopio con il quale riuscì a cogliere corpi circostanti al nostro pianeta non visibili ad occhio nudo come alcuni crateri lunari , i satelliti di Giove , Venere , Saturno e ancora..
Nel 1990 la tecnologia  ha portato al lancio in orbita del Telescopio Hubble il quale , privato
dell'atmosfera terrestre che impedisce ad occhio nudo di vedere nitidamente le stelle e gli altri corpi nel cielo, ha fotografato a distanze più che modeste dei corpi celesti che hanno colpito emotivamente tutto il mondo.















Agglomerati di galassie,nebulose ed evoluzioni stellari concentrati non più' singolarmente e schematicamente in un libro scolastico , ma in un unica immagine che non necessita di una spiegazione concettuale per concepirne il senso.



E' affascinante come lo studio scientifico confluisca con l'approccio emotivo inesprimibile di queste visuali.


La gente molte volte si affligge di pensieri e negatività del mondo sociale che la circonda trascurando indirettamente l'esplosione emotiva che deriva da questa realtà' così vicina e sempre più' accessibile visivamente nella sua profondità .


Perché sostanzialmente è ben evidente che sono sopratutto le espressioni naturali della realtà' che ci circonda a lasciarci stupiti e a farci sognare senza troppi pensieri, riflessioni,parole...


Puro stupore che ci riporta  alla curiosità istintiva infantile, la quale perdiamo col tempo crescendo nella società che ci forma...


A Voi le Vostre Sensazioni


B.



sabato 30 giugno 2012

Riscontri Positivi derivanti dal "Pensar Positivo"



Vedere "il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto" ha dei riscontri reali nella vita o semplicemente è un proverbio con finalità morale?

Dal 2008 L'italia subisce la crisi economica mondiale che colpisce sostanzialmente il sistema finanziario-bancario,originatasi negli Stati Uniti.
La conseguente inflazione ha indebolito sempre più la ricchezza nazionale scaturendo effetti disastrosi nel mercato interno del Paese che hanno portato ad un imminente malumore generale.

La Negativita' delle stesse persone è stata poi alimentata dal terrorismo mediatico delle fonti giornalistiche , che sì ha aumentato sempre più lo share televisivo  ma  ha conseguito uno sconforto generale nella stessa comunità riflettendo ancor più' la negatività personale.

Molte persone si sono fatte catturare da questa nube di risentimento tanto che sono passate ad approcciare con la vita stessa in negativo , rendendo più' difficile il "vivere-positivo" anche degli eventi di per se spensierati.
Ovviamente tutto ciò' si riflette anche dal punto di vista lavorativo , dando una spinta al divulgarsi della crisi .



Interessante come negli ultimi anni  molte imprese di un determinato livello si siano dedicate nel loro programma di gestione aziendale  a salvaguardare la positività emotiva dei propri dipendenti .
Un esempio evidente è della nota Google srl la quale ha inserito nei propri uffici centrali delle agevolazioni esclusive ai propri dipendenti le quali mantengono stabile l'emotività dei singoli individui con conseguenze produttive sicuramente migliori dal punto di vista lavorativo degli stessi :Clicca Qui



Mi vien di conseguenza da pensare che salvaguardare la propria "Positività" come parametro di approccio alla vita  (indipendentemente  da l'influsso che trascenderebbe dall'informazione mediatica)  dal punto di vista etico rende  stabile la propria emotività; e dal quello razionale accresce la produttività lavorativa di ogni singolo mestiere ma soprattutto porta alla presa di coscienza delle sole  effettive esperienze negative  (come è consono nella vita ) senza influenzare quelle che a prima vista apparirebbero "giornate spensierate..".




"La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo"
J.Morrison





A Voi le Voste Opinioni.

B.

giovedì 28 giugno 2012

Varsavia: Italia-Germania Europei . Bruxelles: Monti-Merkel UE. Scontro Politico o Sportivo?

Risultano affascinanti i risvolti sociali determinati dallo scontro metaforico di due Paesi in 2 ambiti totalmente distinti: Politico e Sportivo


Bruxelles.
Monti. 
Sì alla Tobin tax solo se l’Europa fa di più sullo spread. Più precisamente, l’Italia si dice disposta a una tassa sulle transazioni finanziarie (la Tobin tax appunto), a patto che la Ue si dia una mossa per intervenire sullo spread, sul differenziale tra i titoli dei vari Paesi dell’Eurozona. 
M.: «L’Italia che ha fatto un passo avanti importante dichiarando di non essere più ostile alla tassazione delle transazioni finanziarie di fronte alla richiesta di procedere eventualmente a una cooperazione rafforzata, cioè non a 27 ma per esempio per la zona euro, potrebbe prendere in considerazione questa richiesta, ma aderirebbe solo se anche per altri aspetti, come la politica finanziaria di gestione del mercato dei titoli sovrani ci fosse una cooperazione rafforzata e quindi ci si muovesse a un livello di cooperazione maggiore». La proposta «si può fare, ne discuteremo, le trattative sono in corso», ha fatto sapere l'Eliseo.


Berlino.
 «È esagerato andare in panico per i tassi sui titoli di Stato italiani e spagnoli» ha detto una fonte governativa a Berlino in vista del vertice di Bruxelles. Una rassicurazione che è anche una frenata sulla proposta di Monti. Per la Germania l'Eurozona ha a disposizione «un raffinato strumentario: dobbiamo imparare in Europa a sfruttare in maniera adeguata gli strumenti che abbiamo, e che sono stati ratificati». C'è infatti «una ampia varietà di strumenti a disposizione» da usare come strumento antispread, come l'Efsf (European Financial Stability Facility), il fondo per salvaguardare la stabilità finanziaria fornendo assistenza, con fino a 440 miliardi di euro (circa 250 dopo il salvataggio di Irlanda e Portogallo). L'Esm, il meccanismo di stabilità europeo, sostituirà tra breve l'Efsf, e sarà complessivamente dotato di circa 750 miliardi di euro. «Il gabinetto tedesco ha stabilito la possibilità di una Tobin tax, ritenuta necessaria. Questa la posizione della Germania, non è affatto cambiata da ieri», ha ribadito poi Berlino. 


Varsavia.
Stasera a Varsavia la partita della verita' tra Italia e Germania, che vale l'accesso alla finale dove la vincente trovera' la Spagna, che ieri ha avuto la meglio sul Portogallo ai calci di rigore.
Il ct dell'Italia pensa positivo e cancella in fattore stanzhezza "L'adrenalina fa scomparire la stanchezza". "E' una gara aperta a qualsiasi risultato, abbiamo solo un'arma, non possiamo tornare indietro proprio adesso. 
Non possiamo nel momento della verita' giocare un calcio diverso da quello che abbiamo fatto negli ultimi due anni". Cosi' il ct azzurro ha presentato la sua Italia alla vigilia del match contro la Germania che vale la finale degli Europei.
La squadra che scendera' in campo non dovra' snaturare il proprio gioco, anche se Prandelli ha ancora dubbi sulla formazione. "Ho sempre dubbi, vuol dire che sono tutti pronti.

E' da stamattina che i maggiori mezzi d'informazione non fanno altro che alludere metaforicamente allo scontro politico e sportivo il quale coinvolge gli stessi Paesi  e derivante dalla coincidenza di due eventi distinti .


Per quanto si sia argomentata la situazione politica del tutto rilevante a Bruxelles che ha coinvolto  il nostro Premier non solo a rappresentarci ma a "salvaguardarci" nell'Unione EU secondo l'articolo sopra citato ; Ho riscontrato come sia stato del tutto più' rilevante lo scontro calcistico del torneo Europeo 2012.

E' come se risultasse fondamentale contrastare sportivamente la minaccia tedesca per farsi valere  implicitamente dal punto di vista Nazionale.
Colgo personalmente che la possibile vittoria porterebbe  farsi valere da un punto di vista esclusivamente sportivo , la quale accezione traspare agli occhi euforici dei tifosi .Forse magari sarebbe piu' preoccupante il sorpasso evidente e presente del potere tedesco in Europa che rende sempre più' debole lo Spread in Italia .

Sarebbe più' consono preoccuparsi della rappresentanza del nostro Premier  e del suo lavoro oggi in sede che risulta al quanto decisivo , piuttosto che della formazione Italiana che scende in campo.

Poi risulta un peccato cogliere analogie reali con certi aforismi..
"Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio." W.Churchill ".


A Voi le Vostre Opinioni 


B.


Link fonti di cognizione:
http://www.ilmessaggero.it/economia/crisi_berlino_frena_sulanti_spread_monti_scudo_o_niente_tobin_tax/notizie/205173.shtml


http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201206280836-ipp-rt10008-stasera_italia_germania_prandelli_adrenalina_e_motivazione

http://it.wikiquote.org/wiki/Winston_Churchill


martedì 26 giugno 2012

Internet ,Social Network risultano "d'ausilio" alla comunicazione Emotiva?

L'Emozioni del mondo di oggi sono  trasmesse anche con un importante strumento di comunicazione del XXI sec: Internet .
La questione che mi pongo è : il Web risulta d'ausilio o sminuisce le Nostre Emozioni?


Oggi , usufruendo di un noto Social Network per fini didattici  ho riscontrato tra le varie sfaccettature e funzionalità' che lo stesso offre la possibilità' implicita di comunicarsi  vere e proprie sensazioni,risultato dei nostri sentimenti  i quali ci caratterizzano nella vita come qualcosa di "senso" e non sola espressione dell'evoluzione della specie oggetto di Scienza.


Codeste possono trascendere da un file musicale , da un video , da una immagine , e da ( di rilevanza riguardo la mia riflessione) affermazioni..
Sostanzialmente ,dal mio punto di vista , il Web non ha potuto che giovare a trasmettere determinate melodie nascoste fra i confini territoriali ; video sia con espressione esplicita di un avvenimento che implicita di un messaggio da scorgere ( il più' delle volte personale)... E poi che dire delle immagini , visione a 360° gradi con l'occhio diversificato di ogni (o quasi ) individuo mondiale .


Mi ha destato molti dubbi la possibilità' di esprimere su un monitor determinate affermazioni scritte le quali si rifanno a parole insite di significato sentimentale/emozionale( del tipo : rabbia, amore, dolore , passione,tristezza ecc..).
E' effettivamente accessibile ad un secondo interlocutore, il quale legge codeste affermazioni, il significato non solo formale ma emozionalmente-espressivo di esse?
Per essere un po' più chiaro il dubbio che mi si presenta è se sia possibile far vedere/sentire(tramite l'immaginazione presumo )  una determinata Emozione  con i seguenti effetti che provoca nella sua stessa espressione orale: tonalità' vocale , sguardo , lineamenti facciali, movimenti del corpo...


Sinceramente , secondo il mio modesto parere,  risulta assurdo che la nostra immaginazione possa cogliere da uno schermo quelle caratteristiche espressive del corpo che fanno parte di una espressione Emozionale .
Considero per questa motivazione il browser non completo,  forse sarebbe possibile quando effettivamente la tecnologia-comunicativa  possa confluire con la completa comunicazione umana la quale ha un impatto solo in parte formale.


A voi poi le vostre Opinioni e riflessioni.

B.


domenica 24 giugno 2012

Nascita OpinioneDiscreta

Espongo e presento la mia Personalita' .

Auguro un benvenuto a tutti coloro che si sono ritrovati casualmente o volontariamente in codesta pagina.
Mi presento come "B." uno studente universitario il quale nel tempo libero espone e discute su determinati argomenti che riscontra nella sua vita quotidiana provocando stupore o semplicemente pura curiosità.

L'idea di aprire un blog consegue ad una riflessione riguardo le proprie emozioni e pensieri ,non esclusivamente profondi ma direi piuttosto singolari e inerenti ad un determinato argomento, che destano l'esigenza di condivisione  altrui .
Oggi con il mondo di internet ci si presentano piattaforme le quali possono essere oggetto di pluri-funzioni tra le quali sembra scontata quella inerente alla "comunicazione".La mia modesta opinione negli ultimi mesi ha riscontrato che queste piattaforme dal "tutto-fare" tralasciano da parte lo specifico di determinate funzionalità.
Leggendo un articolo su una nota rivista appare ai miei occhi la parola "Blogger", interessato cerco nei meandri della mia mente il significato ad essa connessa accorgendomi di saperne ben poco , diciamo quel poco il quale traspare dall'informazione mediatica-televisiva.
Dopo qualche mese di documentazione mi accorgo dell'effettiva potenzialità di questo mezzo nei miei fini:
la Condivisione , pura condivisione di determinati argomenti concisi .

Dopo essermi raccapezzato sono riuscito a costruire con conoscenze informatiche discrete la seguente piattaforma , spero di riuscire a condividere e di conseguenza discutere di piu' argomentazioni le quali mi pongono alcuni dubbi sociali/politici/filosofici .. ma soprattutto "Personali".

A Presto!

B.