Choose your Language

giovedì 28 giugno 2012

Varsavia: Italia-Germania Europei . Bruxelles: Monti-Merkel UE. Scontro Politico o Sportivo?

Risultano affascinanti i risvolti sociali determinati dallo scontro metaforico di due Paesi in 2 ambiti totalmente distinti: Politico e Sportivo


Bruxelles.
Monti. 
Sì alla Tobin tax solo se l’Europa fa di più sullo spread. Più precisamente, l’Italia si dice disposta a una tassa sulle transazioni finanziarie (la Tobin tax appunto), a patto che la Ue si dia una mossa per intervenire sullo spread, sul differenziale tra i titoli dei vari Paesi dell’Eurozona. 
M.: «L’Italia che ha fatto un passo avanti importante dichiarando di non essere più ostile alla tassazione delle transazioni finanziarie di fronte alla richiesta di procedere eventualmente a una cooperazione rafforzata, cioè non a 27 ma per esempio per la zona euro, potrebbe prendere in considerazione questa richiesta, ma aderirebbe solo se anche per altri aspetti, come la politica finanziaria di gestione del mercato dei titoli sovrani ci fosse una cooperazione rafforzata e quindi ci si muovesse a un livello di cooperazione maggiore». La proposta «si può fare, ne discuteremo, le trattative sono in corso», ha fatto sapere l'Eliseo.


Berlino.
 «È esagerato andare in panico per i tassi sui titoli di Stato italiani e spagnoli» ha detto una fonte governativa a Berlino in vista del vertice di Bruxelles. Una rassicurazione che è anche una frenata sulla proposta di Monti. Per la Germania l'Eurozona ha a disposizione «un raffinato strumentario: dobbiamo imparare in Europa a sfruttare in maniera adeguata gli strumenti che abbiamo, e che sono stati ratificati». C'è infatti «una ampia varietà di strumenti a disposizione» da usare come strumento antispread, come l'Efsf (European Financial Stability Facility), il fondo per salvaguardare la stabilità finanziaria fornendo assistenza, con fino a 440 miliardi di euro (circa 250 dopo il salvataggio di Irlanda e Portogallo). L'Esm, il meccanismo di stabilità europeo, sostituirà tra breve l'Efsf, e sarà complessivamente dotato di circa 750 miliardi di euro. «Il gabinetto tedesco ha stabilito la possibilità di una Tobin tax, ritenuta necessaria. Questa la posizione della Germania, non è affatto cambiata da ieri», ha ribadito poi Berlino. 


Varsavia.
Stasera a Varsavia la partita della verita' tra Italia e Germania, che vale l'accesso alla finale dove la vincente trovera' la Spagna, che ieri ha avuto la meglio sul Portogallo ai calci di rigore.
Il ct dell'Italia pensa positivo e cancella in fattore stanzhezza "L'adrenalina fa scomparire la stanchezza". "E' una gara aperta a qualsiasi risultato, abbiamo solo un'arma, non possiamo tornare indietro proprio adesso. 
Non possiamo nel momento della verita' giocare un calcio diverso da quello che abbiamo fatto negli ultimi due anni". Cosi' il ct azzurro ha presentato la sua Italia alla vigilia del match contro la Germania che vale la finale degli Europei.
La squadra che scendera' in campo non dovra' snaturare il proprio gioco, anche se Prandelli ha ancora dubbi sulla formazione. "Ho sempre dubbi, vuol dire che sono tutti pronti.

E' da stamattina che i maggiori mezzi d'informazione non fanno altro che alludere metaforicamente allo scontro politico e sportivo il quale coinvolge gli stessi Paesi  e derivante dalla coincidenza di due eventi distinti .


Per quanto si sia argomentata la situazione politica del tutto rilevante a Bruxelles che ha coinvolto  il nostro Premier non solo a rappresentarci ma a "salvaguardarci" nell'Unione EU secondo l'articolo sopra citato ; Ho riscontrato come sia stato del tutto più' rilevante lo scontro calcistico del torneo Europeo 2012.

E' come se risultasse fondamentale contrastare sportivamente la minaccia tedesca per farsi valere  implicitamente dal punto di vista Nazionale.
Colgo personalmente che la possibile vittoria porterebbe  farsi valere da un punto di vista esclusivamente sportivo , la quale accezione traspare agli occhi euforici dei tifosi .Forse magari sarebbe piu' preoccupante il sorpasso evidente e presente del potere tedesco in Europa che rende sempre più' debole lo Spread in Italia .

Sarebbe più' consono preoccuparsi della rappresentanza del nostro Premier  e del suo lavoro oggi in sede che risulta al quanto decisivo , piuttosto che della formazione Italiana che scende in campo.

Poi risulta un peccato cogliere analogie reali con certi aforismi..
"Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio." W.Churchill ".


A Voi le Vostre Opinioni 


B.


Link fonti di cognizione:
http://www.ilmessaggero.it/economia/crisi_berlino_frena_sulanti_spread_monti_scudo_o_niente_tobin_tax/notizie/205173.shtml


http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201206280836-ipp-rt10008-stasera_italia_germania_prandelli_adrenalina_e_motivazione

http://it.wikiquote.org/wiki/Winston_Churchill


2 commenti:

  1. principalmente mi fanno ridere (per non piangere!): a Roma si suole dire,con poco bon ton che "so tutti froci col c*** dell'altri!"..ecco,in questo momento,tale definizione, anche se me ne accorgo da sola che è veramente poco poetica e fine per una donna, è più vera. La politica nasce per le strade e NON TRA LE BANCHE (piccolo memo: gli italiano crearono le banche ma le banche sono solo strutture in cui lavorano esseri umani!!!!) come intendono farci credere. Non ha tutti i torti la Merkel ha dire che "abbiamo già gli strumenti..ratificati". Ci viene insegnato a Giurisprudenza che bisogna usare i propri strumenti per poter vincere cause e far prevalere,principalmente,il bene sul male. Tale concetto DEVE essere riportato in Europa al fine di migliorare le condizioni economiche dei paesi dell'Eurozona (osceno come termine,secondo me)perché si sono poste delle basi,a suo tempo,per creare una sorta di "nazione" europea. Sennò a cosa servono tutti quei trattati ratificati? mera carta straccia?
    Per quanto riguarda le partite..beh,come darti torto. In Italia lo sport più seguito (e che fa più soldi..) è il calcio e naturalmente ogni scontro/partita viene basato (e fatto basare) su questioni non solo calcistiche. Ciò dovrebbe far ragionare sul potere che operano i mass-media in Italia senza che neanche ce ne accorgiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'italiano medio ( come hai espresso con un dialetto tipico Romano) è sostanzialmente questo , a mio modesto parere.C'è come una sorta di predisposizione al lamentarsi ma non troppo poiché costerebbe tempo, ansie,stress ,cooperazione...La esplicita repressione politica di questo popolo è evidente , di certo non dipende dalle sue figure elette in Parlamento o per lo meno le stesse certe volte sono il "frutto-negativo" della concezione politica italiana e dei suoi elettori.
      I massa media ( senza contarne la origine di puro Monopolio televisivo ) ormai giostrano questo "corpaccio"( alla Manzoni nei Promessi sposi) senza grandi ripercussioni se non qualche lamentela "di sottofondo ma che nel fondo resta ignoto".
      Ogni Paese con la sua storia credo che maturi una linea di pensiero Nazionale che si ramifica dall'ambito politico a quello economico; i tedeschi hanno dimostrato di essere fermi nei loro obiettivi e capaci di effettuare grandi sacrifici per l'economia nazionale ( es. il completo sanamento del debito post 2° Guerra Mondiale ) , la loro filosofia politica,lavorativa e economica di certo è confluita perfettamente in ogni singolo ambito necessario alla crescita che abbiamo oggi di fronte all'intera Europa....

      Per quanto riguarda poi lo strumento del calcio l'opinione è varia tra complottistica a etica... sostanzialmente ,senza peccare di superbia , lo associo ai fini del Colosseo dell'antica Roma .
      L'argomento poi si potrebbe inoltrare per lunghe sfaccettature di ramo filosofico,storico , etico... ecc , è sempre comunque affascinante riscontrare delle realtà' reali con altre persone che le osservano.

      B.

      Elimina